Aeolian charme Collection
Aeolian charme Collection
Seleziona
Seleziona
2
0
1
Prenota
Ora
itaeng
GPS CHIAMA Prenota

LA GRANITA, MA QUELLA DI ALFREDO!

E’ risaputo che uno dei dolci più famosi della sicilia è la granita, e non puoi lasciare la trinacria senza averla assaggiata. Da premettere che vi sono tante correnti di pensiero in Sicilia sulla migliore consistenza della granita, io ovviamente ho le mie di preferenze e di sicuro non puoi visitare le isole senza assaggiare quella di Alfredo a Salina!

Ma prima di parlarti della mia preferita voglio chiarire cosa è la granita, per chi ancora non lo sapesse. 
Si tratta di un dolce freddo al cucchiaio, tipico della cucina siciliana, è un composto liquido semi-congelato preparato con acqua, zucchero e un succo di frutta o altro ingrediente (oltre alla frutta sono più diffusi mandorla, pistacchio, caffè).
Chiacchierando con gli ospiti dell’aeoliancharme mi sono resa conto che spesso viene confusa con il sorbetto, insieme al quale può essere considerata uno dei progenitori del gelato e dal quale si differenzia per la consistenza più granulosa (da cui il nome) e cremosa allo stesso tempo. La sua consistenza in realtà varia nelle diverse zone della Sicilia.

Le origini della granita vengono solitamente fatte risalire alla dominazione araba in Sicilia. Gli arabi portarono con sé la ricetta dello sherbet, una bevanda ghiacciata aromatizzata con succhi di frutta o acqua di rose. I nobili Messinesi usavano la neve che d'inverno veniva raccolta sui monti Peloritani, Nebrodi, Madonie, Etna o Iblei e stivata durante l'anno nelle nivieri, apposite costruzioni in pietra erette sopra grotte naturali o artificiali. In estate veniva prelevato il ghiaccio formatosi per essere poi grattato e ricoperto di sciroppi di frutta o di fiori. Questa preparazione, che sopravvive anche nella grattachecca romana, era diffusa ancora fino al primo Novecento con il nome di rattata (grattata). 
Nella Sicilia orientale, viene chiamata in dialetto "minnulata" di origine etnee viene tramandato che gli antichi abitanti Sicani, prendevano il ghiaccio dell'Etna e aggiungevano le mandorle frullate mescolandole, veniva fatta una mandorlata, e da questo il nome di Minnulata nel dialetto Catanese, che chiamano mennule le mandorle. Durante il XVI secolo si apportò un notevole miglioramento alla ricetta dello sherbet, scoprendo di poter usare la neve, mista a sale marino, come eutettico per poter congelare le preparazioni - la neve raccolta passò così da ingrediente a refrigerante. Nacque il pozzetto, un tino di legno con all'interno un secchiello di zinco, che poteva essere girato con una manovella. L'intercapedine veniva riempita con la miscela eutettica e il tutto poi posto in un letto isolante di paglia. La miscela congelava il contenuto del pozzetto per sottrazione di calore, mentre il movimento rotatorio impediva la formazione di cristalli di ghiaccio troppo grossi.
La granita così preparata ha soppiantato nei secoli la rattata. Nel corso del XX secolo, il pozzetto manuale raffreddato da ghiaccio (o neve) e sale è stato dappertutto sostituito dalla gelatiera. Nel 1961, il napoletano Salvatore Cortese progettò il primo granitore verticale con completa esposizione del prodotto segnando il passaggio dalla produzione manuale della granita a quella elettromeccanica.

E fu cosi che in Sicilia tutti potevano preparare la bella granita! 

Fun fact in siciliano quando qualcosa è buono si dice che è bello.

Interessante la storia di uno dei dolci più rinfrescanti della nostra bella Sicilia non è vero?

Come dicevo all’inizio vi è un sorta di diatriba tra i siciliani riguardo quale sia la migliore consistenza della granita. In realtà non se ne può facilmente determinare una “formulazione originale”, quindi rimane un fatto del tutto soggettivo. Detto questo la mia preferita è quella ai gelsi di Alfredo, un bar ristorante localizzato sull’isola di Salina nella zona di Lingua e devo dire che molti miei ospiti ritengono sia una della più buone che abbiano mai mangiato.
Menzionare Da Alfredo solo per la granita è riduttivo, infatti deve essere considerato una tappa da fare quando si va visitare la sorellina verde e potrai assaggiare anche un buon pane cunzato (di cui parlerò in un altro articolo).

Concludendo, spero che il mio articolo ti sia piaciuto e che ti abbia dato qualche notizia in più sulle nostre belle isole. 
Ti Aspetto per la tua vacanza alle Isole Eolie e pronto ad assaggiare la nostra deliziosa granita.

Seguimi sono la tua esperta locale delle Eolie @sarahtomasello.

Prenota il tuo soggiorno con Aeoliancharme Collection

Booking
☎️ +390909488008
📲 whatsapp +39 328 0724589
📧 book@aeoliancharme.com

Scopri le offerte

Descrizione Slider Offerte

LOVE is in the AIR

L'AMORE NON CONOSCE CONFINI Concedetevi una vacanza romantica da sogno in una delle località più incantevoli delle Isole Eolie. I suoni, i colori del mare, piccole sorprese per addolcire il vostro soggiorno e una cena gourmet a lume di candela vi aspettano.

ESPLORA L'ISOLA IN LIBERTÀ

Questa offerta vi permette il divertimento di esplorare l’isola in libertà. Con il noleggio dello scooter incluso, potrete godervi la vostra vacanza senza limiti di tempo o preoccupazioni. L'isola ha numerose spiagge e punti panoramici in attesa di essere scoperti. Siete pronti?

CONTATTACI

  • Per informazioni sul trattamento dei dati consulta la nostra Privacy